Informazioni
+ high-res version

 

coordinato da: ANTONELLA CONTIN, PAOLA BELLAVITI e ANTONIO LONGO

L’evento è l’occasione per costruire un ambito di ricerca, formazione e azione sulle relazioni tra architettura, città, paesaggi e arti, nella prospettiva di far dialogare progetto architettonico e urbano e arte e ricercare così una più elevata qualità dello spazio della città, offrendo all’arte maggiori opportunità di diffondere/imprimere nella città ritmi, sonorità, socialità, benessere.

In considerazione della ricorrenza nel 2013 della fondazione di alcune delle più prestigiose Istituzioni milanesi – Politecnico di Milano, Scuola Civica di Musica, Società del Quartetto – ci chiediamo: qual era la città che 150 anni fa costituiva l’ambiente adatto ad una rinascita culturale? Quali le differenze con oggi? Può l’EXPO essere una occasione per una discussione e una realizzazione di opere che vadano anche in questa direzione?

L’evento intende declinare la relazione tra arte e spazi urbani con particolare riferimento alla riqualificazione dei luoghi tramite  “dispositivi” tradizionali e nuovissimi. Il convegno sarà quindi occasione per mettere a fuoco una possibile rete tra università, istituti di ricerca, scuole di musica e aziende al fine di sviluppare una futura “Città delle Muse”.

12 giugno, 2014

9-13 | sessione 1 | arte e spazio: paesaggi

Nuove misure metropolitane, strategie compositive e pratiche artistiche. Casi Studio Internazionali

14-17 | sessione 2 | arte e città: ritmi della rigenerazione

Mappature, reti e strategie di cooperazione per l’arte, le culture e i territori. Esperienze a Milano e ricerche internazionali

17:30-19 | sessione 3 | arte e habitat

 

13 giugno, 2014

 9-13 | sessione 4 | voci di città

Voci di città riflette sulla genesi della misura in architettura. Incardinando il dibattito sulla rilevanza del suono e delle sue espressioni come forma sensibile di relazione tra corpo e spazio, Voci di città traccia alcuni percorsi critici per la comprensione del problema scaturito dalla disgiunzione storica del moderno che, nel rendere autonoma la disciplina architettonica rispetto a altre forme d’arte, ha definitivamente attutito quella consapevolezza, tipica della trattatistica antica e rinascimentale, per cui proporzioni e consonanze sono il risultato di uno stesso fenomeno fisico sperimentabile. Voci di città rilancia il problema dell’orientamento nello spazio a partire dalla sua partizione espressiva, indicando al corpo la via della sensibilità come strumento di indirizzo, di avviamento, di significazione dei luoghi e dei territori.

14-17 | Milano. Intervallo radiofonico

relatori: Paolo L. Bürgi, Florian Boer, Nathalie Roseau, Filippo Del Corno, Federica Michelini, Tommaso Napoli, Giada Evandri, Luca Garibaldo, Erika Lazzarino, Carlo Sini, Grahame Shane, Luca Guerrini, Diego Fratelli, Martino Traversa, Raul Gabriel, Raffaele Pe, Nunzio Battaglia, Alessandro Musetta, Stefano Bovio.

Il programma delle due giornate: DARE TERRA 2014

————————————————————————————————————————————————

The 2014 edition of the international Seminar DareTerra, taking place in Milan since 2009, will be coordinated by Antonella Contin, Politecnico of Milan, Misura&Scala Lab, in collaboration with Paola Bellaviti, Politecnico of Milan, Laboratorio di Cooperazione Internazionale. Special focus for this year is the relationship among architecture, city, landscape and the arts to investigate and discuss new hybridization of design, quality potential of urban space based on experimentations on rhythms, sounds, social relations, atmosphere, comfort. The seminar, taking place at the Milan Urban Centre, will be enriched by the contribution of several Milanese institutions  – Politecnico di Milano, Scuola Civica di Musica, Società del Quartetto – which were founded 150 years ago in a time of vibrant cultural activity in Milan. Today, looking towards the Expo 2015 event, the discourse around a new high-quality design of public urban space is utterly important. Presenting a state-of-the-art description of urban contemporary processes in Milan, the seminar is also intended as an occasion for a comparative debate with other European researchers and professionals.

 

 

Annunci
+ high-res version

HEADER_Frigerio_correzione ultima

Al via la quarta edizione di DARETERRA

Dareterra è un progetto del Laboratorio Misura e Scala della Città Contemporanea (MSLab), che nel 2010 ha avviato un percorso di confronto e discussione circa nuovi modelli di sostenibilità per la crescita urbana. L’orizzonte temporale di Expo 2015 ha segnato l’occasione per far convergere attività e network di ricerca su interrogativi comuni che nel corso delle edizioni hanno indagato vari aspetti dell’intelligenza dei territori: le risorse naturali, l’economia agro-alimentare, la mobilità interscalare, le narrazioni urbane, la tecnica e le tecnologie digitali. Ogni anno momenti di discussione seminariali, mostre, eventi hanno coinvolto ricercatori di vari dipartimenti e facoltà del Politecnico di Milano, di università straniere, ma anche rappresentanti di pubbliche amministrazioni, istituzioni, aziende con il dichiarato obiettivo di stabilire un dialogo schietto e appassionato tra mondi e istanze diverse. E con questo spirito Dareterra ha sempre trovato casa nel salotto di Milano, la sua galleria.

Dareterra, con metodo consolidato, si occupa di Milano con un continuo sguardo volto lontano a casi esemplari internazionali, ma in questa edizione cerca di guardare anche molto lontano, indagando il fenomeno delle metropoli africane in crescita esplosiva e discutendo alcune relative esperienze di ricerca. Con l’interrogativo profondo circa i modi, modelli, progetti, strategie, visioni.. per abitare la metropoli.

Il responsabile scientifico di Dareterra è Antonella Contin.

—————————————————————————————
20 e 21 giugno 2013Urban Center / Galleria Vittorio Emanuele

programma

program

 

logo_pluri_verticale_900largh

logoUC1_ridim